chiudi
Ortodonzia digitale

Ortodonzia digitale


La tecnologia ha apportato significativi cambiamenti anche per quanto riguarda l’ortodonzia, non a caso si sente parlare sempre più spesso di ortodonzia digitale. Anche i pazienti possono trarre concreti benefici dall’ortodonzia digitale in quanto possono vivere e sperimentare miglioramenti importanti nei trattamenti. Ad esempio con l’ortodonzia digitale lo specialista potrà utilizzare una stampa istantanea con scanner intraorale e un software specifico per eseguire un processo digitale controllato risparmiando tempo e semplificando le procedure. Non solo, con l’ortodonzia digitale le varie cliniche non avranno più la necessità di archiviare i modelli di gesso della dentatura dei pazienti risparmiando così un sacco di spazio. L’ortodonzia digitale semplifica l’archiviazione di dati e facilita anche la pianificazione dei casi in 3D utilizzando opzioni di configurazione digitale. In questo modo miglioreranno anche le capacità diagnostiche a tutto vantaggio del paziente. La pianificazione con l’ortodonzia digitale (o ortodonzia invisibile) consente dei trattamenti ortodontici con allineatori trasparenti creati ad hoc.

Le potenzialità dell’ortodonzia digitale

Sarà sempre il medico specialista a gestire nel dettaglio i processi di ortodonzia digitale in quanto potrà decidere e personalizzare tutte le fasi a seconda delle situazioni. L’ortodontista pianifica nel dettaglio ogni singolo caso combinando diverse tecniche che vanno dalle staffe a cementazione indiretta fino agli aligner trasparenti. La tecnologia dell’ortodonzia digitale facilita non poco il processo decisionale dell’ortodontista che potrà avere diversi piani di trattamento. Lo specialista in ortodonzia digitale dovrà spiegare le diverse fasi del trattamento al paziente giovandosi di foto, video e immagini 3D realizzate dal software ortodonzia. In questo modo il paziente sarà sempre informato sull’evoluzione del trattamento e potrà vedere con i propri occhi quali saranno i risultati. Con l’ortodonzia digitale gli specialisti potranno eseguire accurate pianificazioni 3D e diversificare i trattamenti di caso in caso andando a scegliere gli allineatori trasparenti. Ogni ortodontista inoltre dovrà apprendere come gestire al meglio la diagnostica, la pianificazione nel modo migliore semplificando così anche l’esperienza del paziente in modo significativo.

L’avvento dell’era digitale ha creato nuove opportunità terapeutiche e permette agli specialisti di elaborare dei protocolli clinici sempre più efficaci con cui ottenere risultati precisi e rapidi sempre nella massima sicurezza per il paziente. Con l’ortodonzia digitale e dei software specifici si potranno prendere le impronte delle arcate dentali del paziente grazie a uno scanner digitale 3D capace di rilevare un ‘impronta ottica e di fornire modelli 3D dalla bocca del paziente. In questo modo si potranno avere risultati molto precisi senza utilizzare strumenti generalmente poco graditi al paziente come cucchiai e paste che in passato servivano a ottenere il calco dei denti. Non solo, con una stampante 3D stereolitografica si potranno ottenere dei prototipi della bocca che il paziente avrà al termine del trattamento. Si tratta di una sorta di strumento di verifica dell’andamento dei trattamenti ortodontici che permette anche di aumentare la precisione del risultato e l’efficienza globale della terapia e anche di ridurre i tempi di trattamento.

L’innovazione digitale ha aperto la strada alla possibilità di rappresentare tutti i tessuti come osso, gengive, viso e denti in un unico modello 3D. Negli ultimi anni in materia di ortodonzia digitale si è fatta strada la tecnica di acquisizione detta CBCT (TC Cone Beam), una tecnica che consente la visualizzazione 3D del complesso cranio maxillo-facciale del paziente con varie applicazioni riguardo la pianificazione del trattamento in ortodonzia. Gli scanner 3D intraorali, come già accennato, sono invece degli strumenti di misurazione tridimensionale che servono per catturare oggetti del mondo reale. Con l’ortodonzia digitale rilevare le impronte con scanner intraorale diventerà un gioco da ragazzi e non comporterà alcun fastidio per il paziente. I nuovi software ortodonzia digitale consentono anche di realizzare corone dentali, ponti, arcate complete su denti naturali e impianti, dime per il posizionamento guidato degli impianti e anche dei veri e propri apparecchi ortodontici.

Cosa cambia con l’ortodonzia digitale

Tutto è cambiato quindi grazie all’ortodonzia digitale anche nel rapporto tra dentista e paziente. Oggi un sacco di lavori dentari vengono gestiti direttamente “in cloud” partendo dalla scansione intraorale per arrivare all’invio e alla realizzazione di lavorazione di terze parti. Il digitale sta anche creando delle nuove figure come i tecnici del design service che ricevono scansioni intraorali e realizzano il disegno virtuale che andrà poi inviato ai vari laboratori ortodontici incaricati di realizzare il prodotto finito. Al giorno d’oggi utilizzare un software ortodonzia digitale permette ai laboratori di avere una freccia in più nel proprio arco, sia dal punto di vista della maggiore precisione, sia dell’innovazione tecnologica tout court. Con la ortodonzia digitale i lavori potranno essere disegnati digitalmente aprendo a una vasta gamma di opportunità nell’immediato futuro che sono ancora largamente inesplorate. La filiera dentale deve quindi restare sempre aggiornata per non farsi trovare impreparata ma a trarne maggior beneficio sarà sicuramente il paziente che potrà anche vedere con i suoi occhi l’esito previsto dei diversi trattamenti e scegliere così di conseguenza.
Ortodonzia digitale