chiudi
Diga dentale

Diga dentale


Chiunque abbia dovuto fare visita allo studio di un dentista potrebbe essersi già imbattuto nella diga dentale, anche detta diga di gomma. Di che si tratta? Anzitutto dovresti sapere che stiamo parlando di uno strumento utile tanto per la sicurezza del paziente, quanto per la sicurezza del dentista. La diga dentale è uno degli strumenti per endodonzia più utile da questo punto di vista e consiste in un semplice foglio di lattice che andrà montato a protezione del cavo orale del paziente prima di eseguire otturazioni o devitalizzazioni. Possiamo parlare anche di una diga di gomma come di uno strumento che serve a isolare il campo operatorio correttamente e in modo sicuro.

Diga di gomma endodonzia: i vantaggi

Ma allora perché esattamente bisognerebbe sempre richiedere al proprio dentista l’utilizzo della diga dentale? Innanzitutto perché la diga di gomma ritrae i tessuti e consente al dentista una maggiore visibilità in quello che si sta facendo. Anche i denti meno visibili potranno così essere portati in superficie senza per questo pregiudicare il comfort dei pazienti. Non solo, la diga di gomma serve a proteggere efficacemente guance, lingua e gengive dall’azione di taglio degli strumenti rotanti che vengono utilizzati dal dentista. La diga dentale viene anche utilizzata per accorciare le tempistiche della seduta in quanto, una volta usata, elimina la necessità del paziente di sciacquarsi la bocca continuamente. Questo significa che il paziente potrà sbadigliare o starnutire senza per questo costringere il dentista a interrompere quello che sta facendo. I dentisti che usano la diga dentale potranno anche isolare l’area interessata impedendo che la saliva possa raggiungerla.

La saliva infatti contiene molti batteri che rischiano, senza diga di gomma, di accumularsi sotto i restauri o nei canali del dente durante devitalizzazioni. Purtroppo la saliva rappresenta anche un pericolo per quanto riguarda la tenuta dei sistemi adesivi che vengono utilizzati con le otturazioni. La differenza tra una otturazione eseguita con diga di gomma e una senza è del tutto evidente, in primis perché le otturazioni eseguite con diga di gomma sono di gran lunga più efficaci e durature. Usare la diga dentale rassicura il paziente in quanto eviterà l’ingestione casuale di strumenti, pezzi di dente o altre sostanze. Soprattutto di questi tempi, quando la pandemia è diventata pane quotidiano, usare la diga di gomma è anche un meccanismo che protegge sia il paziente che il dentista da infezioni crociate trasmesse mediante saliva e aerosol. Infine, non meno importante, la diga dentale riesce a migliorare la sensibilità tattile del dentista in tutte le fasi della preparazione canalare. Viceversa, non utilizzando la diga dentale, il dentista dovrà tenere gli strumenti endodontici in modo che gli sfuggano dalle dita. In questo modo sarà molto difficile per lo specialista utilizzare gli strumenti in modo delicato.

Diga di gomma: in cosa consiste

Dal punto di vista meramente estetico la diga dentale ha l’aspetto di un banale foglio in lattice. Come abbiamo già detto è ormai uno degli strumenti di endodonzia che viene utilizzato quotidianamente in moltissimi trattamenti odontoiatrici così da garantire al paziente il massimo risultato possibile e la massima sicurezza. Introdotta sin dal 1864, la diga di gomma si è evoluta con il passare del tempo in parallelo alle cure odontoiatriche e le ha rese progressivamente sempre più efficaci. Detto in poche parole usare la diga dentale significa assicurare a se stessi e al paziente sterilità, sicurezza e pulizia. Del resto sia per quanto riguarda l’endodonzia, sia per quel che concerne le terapie conservative, è assolutamente necessario poter lavorare in un campo asciutto e isolato, cosa che si potrà garantire solo con l’utilizzo della diga di gomma. A questo punto molti potrebbero chiedersi se utilizzare la diga di gomma non provochi dolore o fastidio. Anche in questo caso possiamo rassicurare i pazienti in quanto la diga dentale è assolutamente indolore. La procedura prevede l’inserimento di un foglio di gomma su cui vengono praticati dei fori proprio in corrispondenza dei denti che si devono isolare. I denti vengono quindi fatti passare attraverso questi fori realizzati sul foglio in lattice e la diga viene fissata ai denti con degli appositi uncini metallici elastici e anatomici. Per finire, il dentista utilizzerà un arco metallico o di plastica per tendere il foglio e farà attenzione a non pizzicare il labbro del paziente. La diga di gomma può essere molto preziosa durante restauri o otturazioni con qualsiasi materiale e strumento utilizzato.

Si consideri che per le otturazioni si utilizzano delle resine che possono essere contaminate dai fluidi orali. Questo significa che il dentista dovrà fare in modo che il campo sia sempre asciutto e la diga dentale è uno degli strumenti per endodonzia che risulta perfetto per queste specifiche situazioni.
Insomma, quando andate dal dentista è anche vostro interesse che lo specialista utilizzi la diga dentale in quanto sinonimo di qualità e di sicurezza.
Diga dentale