Immagine descrittiva

Check up dei denti in omaggio!

Ritrova il sorriso con Dentalpharma!

MAGGIORI INFO

Ipomineralizzazione denti bambini

L’ipomineralizzazione denti bambini o MIH è una malattia di origine sistemica che colpisce i bambini. Non si tratta di una condizione così rara dal momento che può arrivare a colpire fino a un bambino su sei. Si stima che la ipomineralizzazione denti bambini dello smalto sia una malattia di origine sistemica che si manifesta come uno sviluppo marcato o parziale dello smalto dentale limitato a molari e primi molari permanenti o temporanei. A un rapido sguardo del cavo orale in caso di ipomineralizzazione denti bambini questi appariranno macchiati e di un colore che può andare dal bianco pallido fino al giallo scuro o al marrone. Le macchie sono tutte dovute a un difetto qualitativo dello smalto dentale che dipende da una calcificazione parziale. Come vedremo a seconda dei casi si può anche parlare di ipomineralizzazione denti da latte (mih denti da latte).

Demineralizzazione denti bambini: sintomi

Sarà per prima cosa utile trovare le cause della demineralizzazione denti bambini. Solitamente la MIH si manifesta con sintomi non specifici che potrebbero allarmare il dentista e passare inosservati all’ispezione del genitore. Anche per questo in caso di ipomineralizzazione denti bambini è essenziale una diagnosi precoce e una valutazione molto accurata dei sintomi. Solitamente quando si parla di ipomineralizzazione denti bambini il principale campanello d’allarme è rappresentato dalla colorazione dei denti e dal loro aspetto. I denti di chi è colpito da ipomineralizzazine denti bambini sono opachi rispetto al normale e un colore che va dal giallo al marrone. Non solo, lo smalto in caso di ipomineralizzazione denti bambini è anche molto più poroso e delicato. Ma sarebbe anche molto grave sottovalutare il sintomo della ipersensibilità dei denti che si manifesta spesso e volentieri in caso di demineralizzazione denti bambini durante l’alimentazione, ad esempio quando si ingeriscono cibi troppo caldi o freddi. Se si riuscisse a diagnosticare per tempo la demineralizzazione denti bambini sarà possibile trattarla efficacemente altrimenti potrebbero poi presentarsi dei sintomi ulteriori e più gravi. Non solo, potrebbero poi verificarsi anche delle erosioni dello smalto nella sua superficie esterna che potrebbero portare a una rottura con conseguente dolore e problematiche a livello estetico.

Demineralizzazione denti bambini cause: cosa sapere

Le cause della demineralizzazione denti bambini sono ancora poco studiate e diverse analisi a diposizione ci suggeriscono che la patologia abbia un’origine sistemica che si manifesta in modo precoce. La demineralizzazione denti bambini o MIH dipende da altre patologie in alcuni casi che vengono contratte nei primi anni di vita, ovvero quando si sviluppa la mineralizzazione della dentatura. Alcuni studi suggeriscono anche che possa trattarsi di una malattia multifattoriale dovuta all’influsso di patologie croniche o acute oppure all’esposizione a determinate sostanze ambientali. In altri casi ancora possiamo far coincidere l’insorgenza dei fattori scatenanti con la fase prenatale e in questi casi la patologia andrà a colpire un numero superiore di denti. Tra le possibili cause abbiamo anche delle infezioni alle vie respiratorie, delle complicanze nel periodo perinatale, peso ridotto alla nascita, disordini nel metaboismo, uso di antibiotici e una componente genetica.

Ipomineralizzazione denti bambini: i problemi clinici nel trattamento

Se parliamo di terapia conservativa per ipomineralizzazione denti bambini dobbiamo considerare una serie di problemi che sono dovuti alla giovane età dei pazienti e alla condizione della patologia. Tra questi problemi abbiamo quelli dell’anestesia locale in sedazione cosciente che sono dovuti all’infiammazione cronica della polpa dentale e l’aumento della frequenza di carie dovuta al circolo vizioso determinato tra aumento di residui di cibo e batteri, riduzione dell’igiene orale e riduzione dei passaggi con lo spazzolino. Potrebbe poi anche verificarsi la perdita dello smalto superficiale dopo l’eruzione dei denti permanenti con conseguente esposizione della dentina. In alcuni casi i dentisti hanno anche ravvisato dei possibili problemi di comportamento nel paziente per quanto riguarda il dolore che si prova con l’uso dello spazzolino. Si dovranno poi anche considerare possibili complicanze della patologia come problemi estetici, perdita di denti, difficoltà nell’eruzione dei molari e così via. Per quanto l’ipomineralizzazione denti bambini non sia ancora una patologia ben studiata in ogni suo aspetto il dentista sa indicare quelli che sono i sintomi a cui prestare attenzione e il trattamento andrà differenziato in base alla gravità del problema.

Ad esempio quando la MIH si trova ai suoi primi stadi sarà possibile sterilizzare lo smalto ipomineralizzato con dei cicli di ozono e poi procedere alla remineralizzazione mediante l’applicazione locale di vernici a rilascio di fluoro e ioni di calcio. Dovremo poi accompagnare al trattamento anche una frequente igiene orale domiciliare a cui dovremo sommare l’applicazione di prodotti professionali quali ad esempio gel e creme al calcio. Nei casi particolarmente gravi di ipomineralizzazione denti bambini non resta che ricorrere alla remineralizzazione integrando il trattamento con un restauro conservativo e una ricostruzione dello smalto con tanto di asportazione della porzione di smalto alterato. I denti che si presentano in forma moderata o grave sono anche a maggior rischio carie rispetto ai denti sani.
Ipomineralizzazione denti bambini