chiudi
Sbiancamento denti naturale

Sbiancamento denti naturale


Avere una bella dentatura e non vergognarsi di sorridere in pubblico per alcuni rappresenta un problema anche dal punto di vista sociale e dell’autostima. Soprattutto i fumatori, ma anche chi consuma ogni giorno caffè o bevande coloranti come vino rosso, caffè e succhi di frutta industriali, vanno incontro prima del tempo all'ingiallimento del bianco naturale dei denti. Anche per questo molti ricorrono a uno sbiancamento denti naturale così da riportare i denti alla lucentezza precedente. Bisogna però dire che un rimedio di sbiancamento denti naturale non potrà mai essere efficace come una seduta di sbiancamento dentale led eseguita da un dentista presso uno studio specializzato. Lo sbiancamento professionale costa sicuramente molto di più ma permetterà di ottenere risultati duraturi. Chiaramente la durata di uno sbiancamento denti fai da te o professionale dipenderà in larga parte anche dal comportamento del paziente che dovrà seguire alcuni consigli per non vanificare gli sforzi fatti.

I rimedi di sbiancamento denti fai da te

Se si parla di sbiancamento denti naturale allora bisogna fare chiarezza perché su internet ci sono moltissimi consigli palesemente errati o inutili che possono persino danneggiare lo smalto dentale. Molti consigliano di utilizzare la frutta per lo sbiancamento denti naturale, si pensi ad esempio allo scrub di fragole e sale oppure ai risciacqui con olio di cocco o limone. Spesso si suggerisce di aggiungere anche del bicarbonato di sodio ma sarà meglio non esagerare per evitare di aumentare la sensibilità dentale. La frutta è una valida soluzione per lo sbiancamento denti naturale ma bisogna anche considerare che frutta e aceto contengono acido che potrebbe mettere a rischio lo smalto del dente, ovvero il sottile strato che serve a proteggere il dente dalla sensibilità e dalla carie.

Molti utilizzano prodotti come il carbone attivo o una pasta di perossido di bicarbonato-idrogeno per restituire lucentezza al proprio sorriso ma la realtà è che l’uso prolungato di materiali troppo abrasivi potrebbe ingiallire i denti piuttosto che sbiancarli. Uno scrub troppo ruvido rischierebbe di rovinare lo smalto dentale esponendo il tessuto più morbido e giallo della dentina. Abbiamo già nominato come rimedio di sbiancamento naturale l’olio di cocco. Sciacquarsi la bocca con olio di cocco o utilizzare delle spezie come la curcuma secondo alcuni aiuterebbe a sbiancare i denti ma bisogna dire per completezza di informazione che al momento non esistono conferme attendibili circa i risultati.

L’acido malico come rimedio naturale per lo sbiancamento denti

Un buon rimedio disbiancamento denti in casache può essere fatto da chiunque in sicurezza è quello che prevede l’utilizzo dell’acido malico contenuto in frutta come mele o fragole. In questo caso si tratterà di strofinare mele e fragole direttamente sui denti oppure di macinarli per preparare una pasta da applicare sui denti magari con aggiunta di bicarbonato di sodio. La pasta di fragole è un buon rimedio di sbiancamento denti naturale, in alternativa si potrà utilizzare del succo di mele verdi come collutorio così da aumentare la luminosità dei denti. Anche in questo caso però sarà opportuno prestare attenzione ad alcune criticità. Ad esempio bisognerà utilizzare questi metodi di sbiancamento denti naturale con estrema cautela in quanto l’acido malico potrebbe danneggiare lo smalto dei denti. Questi trattamenti non andranno ripetuti poi per più di 2 volte a settimana.

I vantaggi di usare il limone come sbiancamento naturale denti

Il limone è molto utilizzato per lo sbiancamento denti naturale e serve soprattutto per sbiancare i denti ingialliti dal fumo di sigaretta. Si potrà utilizzarne il succo o la buccia che dovrà essere sfregata direttamente sui denti. In alternativa il succo di limone potrebbe essere aggiunto alla pasta sbiancante preparata con il bicarbonato di sodio. L’abuso di limone come sostanza sbiancante naturale a contatto diretto con i denti alla lunga potrebbe però danneggiare lo smalto per via della sua acidità. Dopo ogni lavaggio con succo di limone si consiglia poi di lavarsi subito la bocca con acqua tiepida per diversi secondi.

La cenere come sbiancante naturale

Se si è alla ricerca di metodi di sbiancamento denti naturale alternativi si potrebbe considerare anche l’uso della cenere del legno di noce. Si tratta di un antico rimedio utilizzato come trattamento di sbiancamento dentale naturale con discreto successo. La cenere di noce ha una forte azione sbiancante dovuta all'idrossido di potassio. Si potrebbe anche strofinare direttamente sui denti un pezzo di corteccia di legno di noce ma, come sempre, si dovrà fare attenzione a non esagerare. L’idrossido di potassio della cenere potrebbe causare bruciore alla bocca e quindi sarebbe meglio ripetere il trattamento solo una volta a settimana.

Insomma, i metodi di sbiancamento denti naturale sono davvero tanti ma il consiglio è quello di non illudersi di poter risolvere i propri problemi con un approccio “fai da te”. Anche per quanto riguarda lo sbiancamento dentale sarebbe sempre molto meglio confrontarsi con un dentista specializzato così da studiare con lui il trattamento migliore sulla base delle proprie esigenze.
Sbiancamento denti naturale