chiudi
Gengive nere

Gengive nere


Le gengive nere sono un chiaro segnale che qualcosa non va nella nostra bocca. Qualora dovesse capitare di vedere delle gengive nere bisognerà quindi correre ai ripari magari prenotando il prima possibile una visita presso il proprio dentista di fiducia per una diagnosi. Le gengive nere possono essere un problema considerevole anche per quel che riguarda l’aspetto estetico, pregiudicando così l’autostima. Anche gengive grigie o gengive viola sono il segnale di qualcosa che non va visto e considerato che il colore naturale delle gengive è rosa chiaro. Ad esempio la gengiva gialla è il chiaro sintomo di una gengivite in corso e non bisognerà sottovalutarla per nessun motivo in quanto potrebbe degenerare in una parodontite e portare anche alla caduta dei denti. Viceversa le gengive grigie sono un chiaro segnale dell’avvenuto indebolimento del sistema immunitario.

Gengive nere cause e sintomi

Tra i sintomi che possiamo definire tipici delle gengive nere possiamo sicuramente annoverare l’alitosi e il sanguinamento, soprattutto durante l’igiene orale. Anche il dolore è uno dei sintomi delle gengive nere ma bisogna dire per completezza che spesso questa patologia non è accompagnata da alcun sintomo. Quando le gengive nere sono anche accompagnate da una infiammazione è comunque sempre bene non sottovalutare il problema perché potrebbe aggravarsi causando seri danni a tutto il cavo orale. Parlando di gengive nere fumo e uso di droghe sono solo alcune delle possibili cause di questa patologia. Oltre ai fumatori comunque anche le persone che soffrono di eccesso di melanina possono soffrire di gengive nere ma forse la causa principale è semplicemente la scarsa cura nell’igiene orale. Anche la presenza di amalgama sul tessuto gengivale potrebbe provocare la gengiva nera, un problema anche per molte donne in gravidanza e possono riguardare anche i bambini. Ad esempio le gengive nere dovute a un eccesso di melanina per fattori ereditari o di specie non rappresentano in alcun modo un problema per la salute del paziente. Del resto la melanina in accesso potrebbe essere anche la conseguenza di alcuni disturbi rari come il morbo di Addison e la sindrome di Peutz – Jeghers. Alla luce di questi motivi è quindi assolutamente essenziale puntare molto sulla prevenzione imparando quindi a lavarsi i denti bene e più volte al giorno così da evitare l’accumulo di placca e tartaro in prossimità del tessuto gengivale. Anche nei bambini il disturbo delle gengive nere non dovrebbe essere preoccupante in quanto si accompagna al processo di dentizione e tende a risolversi in modo autonomo una volta che i denti da latte sono comparsi.

Gengive nere rimedi

Come abbiamo appena visto verificare il colore delle gengive è molto importante per capire il proprio stato di salute. Quando c'è una gengiva nera non è una situazione normale e quindi sarà importante capire le cause e andare a intervenire con dei rimedi ad hoc per facilitare la guarigione. Tra i possibili rimedi rientra ovviamente la pulizia dei denti professionale da eseguire presso uno studio dentistico. A seconda della gravità della patologia il dentista potrà anche consigliare l’ossigenoterapia, una terapia antibiotica, un trattamento chirurgico o l’uso di un collutorio specifico. Non ci stancheremo mai di ripetere che sottovalutare il problema delle gengive nere potrebbe portare a conseguenze irreversibili, una su tutte la perdita dei denti. Quando però le gengive nere sono già un problema reale l’unica soluzione è sottoporsi il prima possibile a una seduta di detartrasi finalizzata alla rimozione degli accumuli di placca e tartaro depositati sotto le gengive. La presenza di gengive nere, sangue, dolore e alitosi viene comunque spesso identificata con la parodontite.

Si tratta di una patologia che deve essere affrontata subito con una terapia antibiotica e con l’ossigenoterapia per ottenere dei risultati rapidi e duraturi. Purtroppo nei casi più difficili il dentista dovrà per forza di cose ricorrere alla chirurgia per eliminare il tessuto necrotico e riportare così le gengive al loro colore naturale. E’ quindi davvero importante agire a livello di prevenzione lavandosi i denti più volte al giorno, lingua compresa, e facendo attenzione a non esercitare troppa pressione sulle gengive. Inoltre quando si soffre di gengive nere o infiammate sarebbe anche altamente consigliato evitare di utilizzare il filo interdentale.

Insomma, quando si parla di gengive nere è bene sempre ricordare che non si tratta automaticamente del segno di una malattia in corso. E’ il caso infatti di chi ha la pelle scura e si tratterebbe in questo caso di un eccesso di melanina naturale e non pericoloso. Anche le donne in gravidanza possono soffrire di gengive nere in quanto hanno le mucose orali molto irrorate di sangue, cosa che fa apparire le gengive come più scure. Inoltre con la gravidanza è più facile che ci siano delle gengiviti per via dell’alterazione ormonale. Infine nelle donne incinta la placca batterica è decisamente più aggressiva per via della mucina, una proteina salivare che spesso provoca le gengive nere e il ritiro gengivale.
Gengive nere